Il dizionario dei casalinghi in dialetto fabrianese

640 468 Ines Mezzanotte
  • 0

L’accessorio essenziale per la casa 2018? Una sana risata!

 

L’idea di Nicolina

Dai cocci al blog, Nicolina ha deciso di aprire questa sezione news, nel nuovo sito, appena creato, per tenervi aggiornati riguardo ogni novità e perché il tempo per chiacchierare in negozio non sembra mai abbastanza.

Come inaugurare quindi il blog nel migliore dei modi? Beh…con un po’ di sano dialetto fabrianese.

Così si è pensato di stilare un bel dizionario fabrianese-italiano, che però speriamo ci aiuterete a completare…

 

Come è nata l’idea

Se vivi oppure hai vissuto nei dintorni della città di Fabriano, potresti già conoscere molti di questi termini, se invece non hai mai avuto a che fare con questo dialetto, potrebbe riuscire difficile interpretare anche poche parole.

In un caso o nell’altro, la nostra speranza rimane quella di riuscire comunque a strapparvi un sorriso.

Ognuno di noi, in un modo o nell’altro è affezionato alle proprie origini, e la lingua parlata è ciò che sicuramente di più ci identifica con il territorio se anche ci dovessimo trovare molto distanti.

Per rimanere in tema però, ci siamo concentrati nell’ambito casalingo e culinario, sperando anche in un aiuto da parte vostra che state leggendo. Sarebbe questo il miglior modo per condividere qualcosa che in realtà è già vostro ad ampliarlo con suggerimenti o correzioni.

L’idea, infatti, è nata proprio quando ci siamo trovati a suddividere i vari oggetti cercando di raggrupparli tra prodotti simili seguendo la logica dell’utilizzatore finale.

Non è stato facile come potrebbe sembrare, anche se sono oggetti che utilizziamo giornalmente in casa.

 

Il dizionario fabrianese di Nicolina

Non si sa mai poi, che il piccolo dizionario possa aiutare nella ricerca di qualche utensile particolare in questo sito…

Affiarà: bruciacchiare
Agguluppà: avvolgere
Boccalitto: boccale, di solito di 1/4 di litro
Brancia: ​foglia di insalata
Buzzico: secchio
Callaro: grosso pentolone
Cannella: rubinetto
Capà: sbucciare
Cazzarola: pentola
Cerasa: ciliegia
Coccia: vaso di fiori
Concole: vongole
Copetta o Cupetta: piatto fondo usato per la minestra e i primi piatti in genere
Coratella: frattaglie d’agnello
Crascelli: residui della cottura dello strutto
Crastà: incidere col coltello (es.: crastà le castagne)
Crescia: ​tipo di focaccia
Croce: gruccia, appendiabiti
Erto: spesso (nel senso di alto spessore)
Fiara: fiamma
Fischiotti o fischioni: tipo di pasta corta alimentare
Fru Fru: wafer
Grassemmagro: pancetta di maiale
Grugni: tipo di cicoria
Intostà​: addensare
Lappe-lappe: far gola
Lasagnolo: matterello
Melancola: cetriolo
Moiole: ​attrezzo a molle utilizzato per la stufa a legna e per il camino
Monnezza: immondizia
Moriche: frutto del rovo
Mucinà: ​mescolare
Parannanza: pannella grembiule
Piattina (o pianella): piatto piano usato per mangiare i secondi o i contorni
Pitria: imbuto
Pitriolo​: piccolo imbuto
Polanca: tacchino
Prete: attrezzo di legno utilizzato per scaldare il letto
Ramaiolo: mestolo
Roso: rosmarino
Sbrozzoloso: ruvido
Scarcasse: pulirsi le unghie o le orecchie
Scartocci:pannocchie di granoturco
Sciacquatoro: lavandino
Sellero​: sedano
Sgummarola: schiumarola
Sinalone: grembiule
Sinarola: grembiule senza maniche
Smarato: attrezzo tagliente che ha perso il filo, non affilato
Smucinà: mescolare
Spianatora: tavola di legno utilizzata per fare la pasta
Spiccacallari: ufficiale giudiziario che preleva suppellettili a seguito di insolvenze
Spiccià: sparecchiare o sistemare
Staccia: ​setaccio
Staggia: ​tavoletta di legno
Stanata​: recipiente adibito alla cottura in forno, teglia
Straccetti: minestra a base di uova e parmigiano
Tennerola: salvadanaio
AUTORE

Ines Mezzanotte

Tutte le storie di: Ines Mezzanotte