Della serie tutto ritorna: pic-nic e BBQ innovativi

640 468 Ines Mezzanotte

Il folk affascina e torna in voga, le tendenze 2018

 

 

Il relax a portata di mano

 

In estate la cucina e il soggiorno si trasferiscono all’aperto. Infatti, con il bel tempo, giardini e terrazzi tornano ad essere protagonisti. Attrezzati con barbecue, forni a legna, arredamenti resinati, ombrelloni e gazebi: la gara a chi trasforma il più piccolo angolo in un paradiso è appena cominciata!

 

Il barbecue e la griglia, diventano strumenti che aiutano a socializzare e sono il pretesto per cucinare all’aperto.

Durante la bella stagione, il pic-nic è motivo per uscire di casa e magari visitare con l’occasione un luogo piacevole. Insomma, o si esce oppure il casalingo diventa open air.

 

 

Le tendenze duemiladiciotto

 

Il colosso dell’e-commerce, che studia trend internazionali, annuncia che la tendenza è quella del “Vegan BBQ”. Cosa mangiano i vegani alla brace? Beh, ciò che si dice è che la novità sia il Kimchi grigliato, le classiche barbabietole o pannocchie, il tanto in voga avocado, l’ormai conosciuto tofu e le tradizionali verdure. Il fatto è, che barbecue e pic-nic sono così seducenti che nessuno sa resistergli!

 

In voga in anni passati, riscopriamo questo piacere vintage, tantoché ultimamente sono numerosi gli eventi organizzati in città che lo promuovono. A Milano, l’evento pic-nic a parco Sempione ha riscosso così successo che l’edizione è stata promossa di nuovo, lo stesso è successo anche a Roma.

 

Non serve andar lontano, anche a Fabriano, non troppo tempo fa, è stato testato un evento pic-nic cittadino. Sono comunque numerosi quelli che fuggono dalla città per una grigliata in campagna, in una delle nostre bellissime frazioni, dove le griglie pubbliche e le aree dedicate di certo non mancano.

 

 

Lo sapevi che…?

 

La grigliata ci fa scoprire un gusto diverso dei cibi, che con questo tipo di cottura mantengono inalterate le loro proprietà senza l’aggiunta di condimenti grassi sostituiti da salse, olio a crudo ed erbe aromatiche che possono aggiungersi a fine cottura.

Perché questo modo di cucinare possa dirsi veramente sano, il grasso dell’alimento che cola sulla brace, bruciando, sappiamo che non deve ritornare sull’alimento sotto forma di fumo, in quanto dannoso per la salute.

 

Proprio per questo, ultimamente, sopra la griglia vengono posizionate le pietre ollari oppure dei nuovi tappetini in silicone resistenti alla fiamma.

Le prime danno alla cottura un senso “primitivo” mentre gli ultimi sembrano sfidare le più elementari “leggi di resistenza al fuoco”.

 

Questo ci aiuta a realizzare grigliate salutari ed essere apprezzate anche da chi è attento alla linea, perché si sa, se questa è la stagione di barbecue e pic-nic, è anche quella della prova costume!

Inoltre entrambi gli accessori, sono osannati da chi poi dovrà pulire la griglia…mansione tutt’altro che semplice e piacevole.

Certo è, che ci piace essere sempre aperti alle innovazioni e informarci, tuttavia, soprattutto in Italia, dove c’è una gran tradizione culinaria, questi tappetini in silicone nero che promettono di resistere fino a 300°, stanno facendo fatica a farsi strada nell’immaginario collettivo come cottura più sana.

 

Il dibattito è aperto, quali sono le vostre sensazioni a riguardo?

 

 

 

Esterni / Giardinaggio

AUTORE

Ines Mezzanotte

Tutte le storie di: Ines Mezzanotte