Le pincinelle, tradizione marchigiana: storia, segreti e ricetta

640 468 Nicolina
  • 0

Sembra che il piatto abbia origine proprio dalla vicina Sassoferrato, è percio’ molto diffuso anche nella zona del fabrianese. 

La storia risalirebbe al 295 a.C., quando le donne, laboriose casalinghe, erano solite ingegnarsi nel preparare nuove ricette per ottimizzare tempo ed ingredienti. 

Le pincinelle diversamente dalla più comune pasta fatta in casa, hanno la particolarità di non contenere uova, il loro impasto è infatti lo stesso che si utilizza per il pane, soltanto acqua, farina, sale e lievito.

In questo modo le donne potevano ricavare con pochi e poveri ingredienti, nel “giorno del pane”, un alternativo e gustoso primo piatto, lasciando da parte una piccola parte d’impasto. Una volta steso l’impasto, ricavavano tante striscioline tagliate a mano, dalla sezione pressoché quadrata; per chi non le conoscesse affatto, la stessa forma delle tagliatelle, ma più spesse, dalla consistenza unica e gustosissima.

Essendo un impasto lievitato, è necessario anche che queste siano piuttosto piccole in quanto tendono a crescere nel tempo ed in cottura.

Il problema maggiore, infatti, è proprio quello di ottenere una giusta misura, consistenza e l’aspetto desiderato. 

Qual’è il segreto per ottenerle perfette? Abbiamo fatto dei test e ve lo sveliamo qui!

Esistono strumenti da noi studiati, per ottenere un risultato perfetto.

Il primo è il matterello regolabile che consente di regolare lo spessore dell’impasto da 0 a 8 mm, perché non è mai facile ottenere un’impasto di spessore uniforme. Consigliamo per le pincinelle uno spessore di 4mm.

Il secondo accessorio indispensabile è la chitarra artigianale a due facce, è importante che abbia il taglio della chitarra ma anche quello più grande, che è quello che consigliamo per le pincinelle.

Se non sapete di cosa stiamo parlando, date un’occhiata al nostro shop!

LA RICETTA

2PORZIONI

INGREDIENTI
-farina tipo 2, 100g
-farina tipo 1, 100g
-semola di grano duro, 40g
-acqua 130ml (sempre metà e poco più rispetto alla farina)
-1/2 busta di lievito in polvere (lievito del pizzaiolo o simili)
-1 cucchiaino raso di sale

PROCEDIMENTO
Setacciare in una ciotola la farina e il lievito mescolando poi con un cucchiaio.
Aggiungere acqua poco alla volta e sale continuando a mescolare.
Trasferire l’impasto sulla spianatoia infarinata ed impastare a mano creando alcune pieghe.
Far riposare per 20min in una ciotola coperta con un canovaccio (non in frigo).

Dividere l’impasto in più palline per facilitare il lavoro.
Stendere le palline con un matterello avendo cura di ottenere una sfoglia di 4mm.
Spostare la sfoglia sopra la chitarra utilizzando il lato con il taglio di larghezza maggiore. Con un matterello occorre esercitare pressione avanti e indietro più volte sull’impasto finché questo si tagli e cada sulla base della chitarra ottenendo così una perfetta pincinella!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.